Latrunculus

Latruculus‘, in latino, significa ‘bandito’, ‘ladro’; nell’Antica Roma, tuttavia, questo termine si utilizzava anche per indicare una pedina bianca di un gioco da tavola molto in voga: il Ludus Latrunculorum (gioco dei ladruncoli), un gioco simile ai nostri moderni scacchi o alla dama, in cui veniva messa alla prova l’abilità strategica dei giocatori. Le pedine, che erano bianche e nere e che avevano diversi compiti, venivano anche chiamate ‘calculi‘ (sassolini) ed erano usate sopra una sorta di scacchiera, di cui però non ci è noto quante fossero le caselle che solitamente la componevano. Questo reperto archeologico così particolare è stato rinvenuto presso le terme di Iguvium, che erano situate nell’area dove sorge oggi la struttura del vecchio ospedale cittadino. Le terme pubbliche romane erano dunque anche luogo di svago e di incontro tra amici, come pure diceva lo storico latino Ammiano Marcellino:

“(…) bisogna tuttavia ammettere che, mentre tutte le amicizie in Roma sono tiepide, solo quelle che nascono al tavolo da gioco, come se fossero state conquistate col sudore, sono solide e strette da un affetto addirittura eccessivo, solidamente fondate”