L’aspetto di Giuseppe Garibaldi

Il busto monocromo che si trova nella Collezione Risorgimentale del Museo Civico di Palazzo dei Consoli, realizzato da Ettore Ximenes, raffigura Giuseppe Garibaldi. Ma avete idea di che colore aveva gli occhi l’eroe dei Due Mondi? e qual era il colore dei suoi capelli? La sterminata iconografia risorgimentale ci ha tramandato una figura stereotipata tanto dura a morire… qualche volta era rappresentato con lunghi boccoli color del sole e a volte con occhi azzurri; ma ciò non corrispondeva per niente alla realtà.

Quando il 26 dicembre del 1833 venne arruolato nella Marina Mercantile, il suo foglio matricolare (Museo Navale di La Spezia) recitava: “capelli e cigli rossicci – occhi castagni – fronte spaziosa – naso aquilino – bocca media – mento tondo – viso tondo – colorito naturale – segni particolari nulla…”.

Ulteriore conferma la fornisce la figlia Clelia nel suo libro di ricordi, quando si rivolge al padre dicendo: “io capelli rossi come barba di papà”. Il Generale le risponde in dialetto nizzardo: “pelo rosso, mari pelo” (pelo rosso cattivo pelo).