Il gonfalone della Corporazione dei Calzolai di Gubbio

di Giulia Biagioli, III ALC del Liceo Mazzatinti di Gubbio

L’opera fu commissionato nel 1650 al pittore Giovan Battista Michelini, influenzato in quel periodo dal classicismo romano di Guido Reni. Il dipinto è conservato oggi al Musei Civico del Palazzo dei Consoli e collocato nella quarta sala della Pinacoteca.

Nel dipinto è raffigurata la pietà fra i due santi: a destra vi è dipinto Sant’Ubaldo, che rivolge uno sguardo alla vergine seduta e dolorante con in braccio il figlio morente; a sinistra è raffigurato San Crispino, protettore dei calzolai. I colori dell’opera sono accesi, così da spostare l’attenzione sul patrono della città, vestito di bianco e coperto da un mantello rosso e oro; i colori più tenui e opachi sono invece riservati alla madonna, che indossa una veste viola e un mantello color blu cobalto e alle figure rappresentanti Dio e San Crispino, che indossano vesti tra il blu e l’ocra. Il tutto è circondato da una cornice decorata principalmente da oro e seta. Nella metà del XVII secolo il gonfalone era portata in processione per le vie di Gubbio sospeso ad un’asta.


La figura caratterizzante dell’opera è appunto il patrono di Gubbio, Sant’Ubaldo, il quale secondo la tradizione nacque intorno al 1085, fu nominato sacerdote nel 1114 e canonico della cattedrale eugubina, dove ristabilì la disciplina ecclesiastica. Ubaldo, inoltre, si adoperò per la ricostruzione del duomo e dell’ospedale di Gubbio dopo il grande incendio del 1125 e, infine, riuscì a trattare pacificamente con Federico Barbarossa, risparmiando la distruzione della città.

Ubaldo fu colpito da una malattia sconosciuta all’epoca (secondo degli studi accurati, condotti nel 2017, si trattava del pemfigoide bolloso), così da morire all’alba del 16 maggio del 1160.

Il corpo oggi riposa nella chiesa a lui dedicata sul colle del Monte Ingino e ogni anno viene ricordato con affetto dalla città di Gubbio il 16 maggio; in suo onore si svolge anche la famosa Festa dei Ceri, ogni 15 maggio.

Total Views: 34